Il cane ha il senso del tempo

 

Da sempre è convinzione comune che il nostro amico a quattro zampe non percepisca il trascorrere dei minuti. Contrariamente a quello che si pensa il cane ha il senso del tempo.

Vediamo insieme quali strumenti usa l’animale per capire questo fenomeno.

Labrador della Travecchia

Labrador della Travecchia

Molti padroncini si chiedono se i cani percepiscano tutto il tempo passato in casa da soli. La risposta è sì !!

La logica lascia pensare che il vostro amico non possa conoscere il concetto di ora, ma l’esperienza e molti studi dicono il contrario.

Il cane percepisce il trascorrere del tempo basandosi sulle variazioni dei fenomeni esterni (la luce del giorno, il calare della sera, i rumori, i rintocchi delle campane).

E’ importante ricordare che il cane percepisce elementi e fenomeni come suoni, rumori, luci, emozioni e onde magnetiche di cui gli umani non si rendono nemmeno conto e associa l’accadere a determinati rituali come la pappa, l’uscita e il ritorno dei familiari.

Inoltre non avendo il cucciolone appuntamenti, scadenze o aspettative sociali è molto più in sintonia con i ritmi del proprio corpo, che suggeriscono quando alzarsi o mangiare.

I fenomeni interni e quindi il senso di fame o la necessità di uscire a fare i bisogni fanno intendere che è passato un certo tempo.

Anche emozioni quali la noia, l’ansia e l’irrequietezza fanno capire che qualcosa non va, che il distacco è avvenuto da troppo tempo.

Labrador della Travecchia

Labrador della Travecchia

 Ma cosa aiuta veramente il cane a percepire il trascorrere del tempo?

Un’ interessante e ormai convalidata teoria dell’esperta cinofila americana Alexandra Horowitz dice che i cani leggono il tempo attraverso il loro senso dell’olfatto.

In parole povere il cane saprebbe che un odore forte vuol dire nuovo = meno tempo, mentre un odore più debole vuol dire vecchio = più tempo.

I cani tengono conto di quanti odori si dissolvono e ricordano che determinate cose si verificano quando un profumo raggiunge un certo livello di debolezza. Se un odore dell’uomo diviene più flebile, allora significa che il padroncino è andato via da molto.

Conclusioni

Come si può dedurre da quanto detto, una considerazione importantissima da fare è che il vostro labrador avendo il senso del tempo si rende conto di quanto rimane da solo e quindi bisogna comprendere quanto sia fondamentale gestire correttamente il suo stare senza compagnia.

Anche la presenza di un altro cane o di un gatto potrebbe non bastare a questo meraviglioso animale che ha costantemente bisogno di attenzioni e affetto.

Chi decide di prendersi cura di un cane deve sapere che dovrà trattarlo come un figlio e che in cambio riceverà tanta riconoscenza e vera amicizia.

Il vostro labrador avrà bisogno, come ricordato più volte, di un capo branco, di un leader, ma anche di un amico attento, premuroso e che sappia amarlo come fa lui: senza limite.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque × due =