Labrador della Travecchia

La vista del labrador

Differenza tra la vista umana e quella del cane. Approfondimento: la vista del labrador.

Labrador della Travecchia

Labrador della Travecchia

Innanzitutto sfatiamo la credenza che il cane veda in bianco e nero.

Il vostro labrador vede un mondo meno colorato, in cui distingue bene i colori blu, giallo e bianco/grigio,

Confonde tra loro il rosso, l’arancione e il verde chiaro.

Il modo in cui il cane vede i colori è simile a quello in cui li vedono gli umani daltonici.

Così i nostri verde, giallo e arancione per loro sono un giallino spento, i nostri blu e viola per lui sono blu e il nostro verde/blu è grigio/nero.

Labrador della Travecchia

Labrador della Travecchia

Oltre a vedere un numero inferiore di colori rispetto a noi, il cane li vede anche meno brillanti e più sfocati.

Labrador della Travecchia

Labrador della Travecchia

Il cane vede anche relativamente poco bene da vicino e dalla media distanza

L’uomo con una vista perfetta di 10/10 può vedere fino a 23 metri di distanza in modo nitido, un cane vede sfocato già a 6 metri.

Il nostro amico vede meglio dell’uomo da lontano soggetti in movimento, riuscendo a percepire piccole variazioni di posizione con grandissima rapidità (il cane è un predatore).

Vede meglio di noi al buio e in condizioni di luce tremante (visione crepuscolare).

I suoi occhi sono dotati di una pellicola posteriore chiamata “tapetum lucidum” che concede di mettere a fuoco le figure quando si trovano al buio e di sfruttare la minima luce presente. Difatti si può notare che gli occhi hanno una certa “luminescenza” simile a quella dei gatti di notte.

La pupilla è decisamente più grande della nostra, per permettere di fare entrare nell’occhio più luce a discapito, come detto, di un accorciamento della distanza massima e della messa a fuoco.

Labrador della Travecchia

Labrador della Travecchia

Fido ha un campo visivo maggiore rispetto all’uomo

Campo visivo di circa 240°/270° contro i 180° di quello umano.

Una migliore visione periferica, dovuta al posizionamento degli occhi in posizione laterale oltre che ad una distribuzione differente dei coni e dei bastoncelli all’interno dell’occhio

Fovea: nel cane è più larga e ha una forma ovale stesa sull’asse maggiore, mentre quella dell’uomo è centrale.

Riassumendo

Il cane ha un campo visivo più ampio, una migliore visione notturna, una grande sensibilità al movimento anche a grandi distanze, una scarsa percezione dei dettagli, una gamma di colori limitata.

Labrador della Travecchia

Labrador della Travecchia

I colori e i giochi: di che colore sceglierli

Molti studi hanno evidenziato che il cane usa i colori per differenziare gli oggetti e per gli umani questo vuol dire scegliere giochi colorati che siano per loro ben visibili durante le sessioni educative.

Il vostro labrador, ad esempio, avrà serie difficoltà a individuare una pallina rossa o arancione lanciata sull’erba.

Bisognerà optare per un gioco di colore blu.

Giallo se l’oggetto è lanciato verso il cielo e quindi verso uno sfondo blu/azzurro.

Labrador della Travecchia

Labrador della Travecchia

..allora buon divertimento!!

2 commenti
  1. Corinna
    Corinna dice:

    Articolo molto interessante, chiaro e dettagliato, esposto in modo semplice ma esaustivo. Anche l’utilizzo di immagini e colori per favorire la comprensione dei contenuti ha fatto – e di molto – la differenza in termini più che positivi! Complimenti di cuore.

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

dodici − quattro =